Hai paura del discorso della Tesi di Laurea? Ecco cosa fare!

Si avvicina il momento del tuo discorso della tesi di laurea. Praticamente è tutto pronto: gli esami sono finiti, la tesi di laurea è al vaglio e hai già organizzato anche la festa per celebrare il grande giorno. Insomma, il tuo percorso universitario è giunto al termine.

C’è solo un piccolo ostacolo che devi ancora superare per poterti definire dottore a tutti gli effetti: devi affrontare il giorno della discussione.

Questo significa che devi discutere la tua tesi, preparare il discorso della tesi di laurea e parlare davanti alla commissione d’esame – composta anche dai tuoi professori universitari – e davanti agli amici, ai parenti e ai colleghi che saranno lì in presenza.

L’ansia è più che giustificabile, ma non bisogna lasciarsi fregare e devi subito reagire! Se sei arrivato fin qui, niente può fermarti e noi siamo qui per aiutarti a realizzare un discorso tesi di laurea eccellente. Ecco di seguito tutti i nostri suggerimenti per stemperare l’ansia e realizzare un discorso eccellente, efficace e soddisfacente. Al lavoro!

Giocare d’anticipo: pensare a quali domande prepararsi

Anche se può sembrare assurdo – nessuno di noi è veggente e non si può sapere a cosa penseranno i docenti in commissione – puoi prevedere la maggior parte delle domande plausibili. Anzi, puoi anche decidere quali! Rileggi il tuo elaborato di laurea e mentre lo studi, prova a stilare una lista di domande.

Puoi anche spiegare la tua tesi a qualche amico o collega e chiedergli quali sono le prime domande che gli vengono in mente. Inoltre c’è un aspetto essenziale: si può sapere in anticipo chi prenderà parte alla commissione di laurea, dunque puoi capire quali sono le competenze accademiche di ciascun membro e decidere di glissare su alcuni aspetti della tua tesi per far sì che le persone risultino più interessate a comprendere tali argomenti.

Se un professore è esperto di lingue straniere, probabilmente le sue domande verteranno su argomenti simili. Un altro consiglio è assistere ad altre discussioni di laurea, alcune è possibile vederle anche su internet, possibilmente della tua stessa università: probabilmente questo ti aiuterà a scoprire che i professori non fanno quasi mai domande per il gusto di rendere difficile la discussione, ma solo per approfondire il tema che hai deciso di portare davanti alla commissione.

Ripetere il discorso della tesi di laurea

Affidare la tua preparazione a persone di cui ti fidi è sicuramente un sistema efficiente: si tratta di un metodo che va sicuramente sperimentato perché ti aiuta davvero a sentirti più a tuo agio con il tuo tema e con il discorso che dovrai fare davanti alla commissione.

Quindi, per essere sicuro di eccellere il giorno della discussione, prova e riprova il tuo discorso davanti a qualche amico o a una persona di cui ti fidi. Non imparare a memoria il tuo discorso, non serve: piuttosto impara a improvvisare e a parlare sempre con parole diverse ma arrivando in ogni caso al cuore del concetto.

Tieni pronto un piano di riserva

La tecnologia è non prevedibile, proprio come non lo è la vita: quindi, alcune regole possono aiutarti a gestire momenti di alta tensione. Ad esempio, prepara sempre una copia della chiavetta con la tua presentazione. Non è detto che tutto vada come ti aspettavi e che la tua presentazione PowerPoint sia esattamente uguale anche sul grande schermo.

Se possibile, fai delle prove in modo da giocare d’anticipo! E prendi sempre con te una camicia di riserva per il grande giorno: potresti macchiarti e doverti cambiare prima della discussione!

Non saprai rispondere a tutto: ecco come comportarti

Probabilmente l’incubo di qualsiasi studente che si presenta davanti alla commissione di laurea è quello di trovarsi di fronte a una domanda alla quale non si è in grado di rispondere. Vuoto totale. Cosa fare?

Come ti abbiamo spiegato, si può provare a ipotizzare quali saranno le domande ma azzeccare non è certo facile: non si può mai sapere con assoluta certezza cosa chiederanno i professori della tua commissione. Avrai sempre alcune lacune nella tua conoscenza e nella preparazione, e l’ansia non è sicuramente tua amica in questo.

Ma c’è una buona notizia: difendere la propria tesi di laurea non significa sapere tutto alla perfezione, bensì essere in grado di sostenere il proprio punto di vista: nessuno si aspetta davvero che tu sia in grado di conoscere ogni cosa. Dunque, cosa fare? Assolutamente non rispondere mai ”non lo so”, né tanto meno fare scena muta.

Prenditi cinque secondi per riflettere, dopodiché (se ancora non ti è venuta in mente una risposta certa) prova ad abbozzare una risposta più soggettiva: ad esempio ”non ne sono certo, ma secondo me…” oppure ”se non erro, a mio avviso…”. Quasi sicuramente il professore apprezzerà la tua capacità di voler difendere la tesi, anche se magari la risposta non è esattamente quella che si sarebbe aspettato.

Affrontare i nervi e prepararsi alla tensione

Il giorno della tua discussione sarai in ansia e ti sentirai molto nervoso: tutto nella norma. Eppure c’è una notizia buona: professori ed esaminatori sanno che tu sarai nervoso. Sappi che essere preparati, aver studiato ed essersi impegnati non basterà a sentirsi sicuro di te: eppure i professori sapranno bene che essere in quella situazione può portare a sbagliare qualche parola, a confondersi, a parlare molto velocemente e a essere un po’ agitati.

Se ti accorgi che stai parlando frettolosamente, non è un dramma: prendi un bel respiro e rallenta. Probabilmente il momento dell’esame orale sembrerà durare ore intere ma, in realtà, si tratta di pochi minuti. Puoi chiedere che una domanda ti venga ripetuta, se non sei sicuro di aver capito esattamente.

Sorridi: ti aiuterà!

Anche se può sembrare scontato e banale, non lo è: uno dei modi migliori per stemperare la tensione è cercare di apparire il più calmo possibile. Sembra assurdo ma così facendo ti auto convincerai di essere tranquillo e starai automaticamente meglio.

Infatti, un sorriso può davvero aiutare a dissolvere una situazione tesa, quindi sforzati di sorridere alla commissione. I professori apprezzeranno: è un sinonimo di professionalità e farai capire che, nonostante l’ansia, ti stai godendo un momento essenziale della tua vita.

Vestirsi per il successo

Difendere la tua tesi è importante e si tratta di un momento altamente formale, che capita poche volte nella vita. Spesso un dipartimento intero dell’università viene invitato a parteciparvi. La laurea è un momento davvero critico nonché fondamentale tanto da segnare un passaggio per lo studente.

Un modo per stemperare l’ansia da presentazione e agevolarti nel tuo discorso è vestirti in maniera formale: sebbene la maggioranza delle facoltà italiane non possieda alcuna regola specifica su come vestirsi per queste occasioni, dovresti comunque considerare l’idea di vestirti con dignità e in maniera consona.

Dunque, l’ultimo consiglio è quello di puntare non solamente sui contenuti – essenziali e cruciali – ma anche sulla forma: a volte, infatti, l’abito… fa il monaco!

Hai bisogno di altri suggerimenti o di un aiuto concreto? Non esitare a contattarci!

Speriamo che questa guida sia stata di aiuto per te e che tu possa aver trovato qualche ispirazione per affrontare al meglio il tuo esame di laurea. Qualora tu avessi ancora dubbi e perplessità, non esitare a contattarci: siamo qui apposta per te. Puoi scriverci per qualsiasi ragione o, se necessiti di un aiuto più concreto e immediato, leggi questo nostro articolo: “DISCORSO PERFETTO PER TESI DI LAUREA IN 5 MINUTI: ESEMPIO.”

Scrivici tramite il form online, anche solo per richiedere un preventivo.

Scopri FINALMENTE come scrivere la tua tesi di laurea senza intoppi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

TI PUò
INTERESSARE