Scrivere tesi di laurea con ChatGPT? AI e software

Scrivere tesi di laurea con ChatGPT o con un altro software rappresenta sicuramente il sogno di molti. Dopo aver dato decine di esami, l’ostacolo della tesi di laurea con tutto il lavoro di ricerca che essa richiede implica mesi di ulteriori fatiche.

Poter superare tutto questo con l’uso di ChatGPT o altri software di intelligenza artificiale rappresenta quindi qualcosa di fattibile o si tratta di una chimera?

ChatGPT: caratteristiche

Il primo aspetto da tenere a mente concerne le caratteristiche di ChatGPT: questo software di intelligenza artificiale, infatti, non consente di scrivere testi più lunghi di 700-800 parole per volta, mentre una tesi solitamente è lunga decine di migliaia di parole, per cui non si può chiedere a ChatGPT, ad esempio, di scriverci una tesi su un dato argomento con un tot di parole. E questo è il primo problema che porta subito a comprendere come l’intelligenza artificiale non rappresenti la soluzione.

Vi sono ulteriori elementi da esaminare. Si potrebbe infatti ribattere che, avendo un indice dettagliato, sarebbe fattibile procedere paragrafo per paragrafo di ogni singolo capitolo e chiedere a ChatGPT di scrivere passo passo. Abbiamo fatto delle prove chiedendo a ChatGPT di parlarci delle motivazioni che hanno dato il via alla guerra dei Sette Anni e abbiamo ricevuto questa risposta:

«La Guerra dei Sette Anni (1756-1763) fu un conflitto globale che coinvolse le maggiori potenze europee e si estese a diverse colonie in America, Africa e Asia. Il contesto storico che portò allo scoppio della guerra è complesso e coinvolge una serie di rivalità politiche, economiche e territoriali. Ecco i principali fattori che contribuirono allo scoppio della guerra:

Rivalità Coloniali

  1. Conflitti Franco-Britannici: La rivalità tra Francia e Gran Bretagna per il controllo delle colonie in Nord America, Caraibi, Africa e India era intensa. Le tensioni in Nord America si manifestarono in scontri territoriali lungo il confine tra le colonie britanniche e francesi, in particolare nella regione dell’Ohio.
  2. Espansione Territoriale: La competizione per le terre fertili e per le risorse naturali era acuta, specialmente nelle Americhe. Gli scontri territoriali tra coloni britannici e francesi erano frequenti e spesso sfociavano in conflitti armati.

Equilibrio di Potere in Europa

  1. Rivendicazioni Territoriali: In Europa, la Guerra dei Sette Anni fu in parte una continuazione delle guerre precedenti come la Guerra di Successione Austriaca (1740-1748). Le dispute territoriali non risolte, specialmente in Europa centrale, contribuirono alla tensione tra le potenze.
  2. Alleanze Dinastiche e Politiche: Il sistema di alleanze europee era complesso e in costante mutamento. La cosiddetta “diplomazia matrimoniale” e le alleanze militari crearono un ambiente instabile. Per esempio, l’Austria cercava di recuperare la Slesia, persa a favore della Prussia durante la Guerra di Successione Austriaca.

Importanza degli Episodi Specifici

  1. Diplomatic Revolution del 1756: Un cambiamento cruciale nelle alleanze europee avvenne con la “Rivoluzione Diplomatica” del 1756, quando la Francia abbandonò la sua tradizionale alleanza con la Prussia e si alleò con l’Austria. Questo portò la Gran Bretagna a cercare un’alleanza con la Prussia.
  2. Incidente dell’Ohio: L’incidente che scatenò il conflitto fu un confronto armato nella Valle dell’Ohio, dove forze francesi e britanniche si scontrarono. La cattura di Fort Duquesne da parte britannica nel 1754 e la successiva risposta francese contribuirono ad alimentare le ostilità.

Economia e Mercantilismo

  1. Competizione Economica: Le potenze europee erano in competizione per il controllo dei mercati e delle risorse globali. Le guerre commerciali e le politiche mercantiliste, che miravano a ottenere il massimo profitto dalle colonie, aumentarono le tensioni.

Conclusione

La Guerra dei Sette Anni può essere vista come un conflitto per il predominio globale, scaturito dalla combinazione di rivalità coloniale, dinamiche di potere europeo e incidenti specifici che funsero da miccia. Le conseguenze della guerra furono immense, ridefinendo i confini coloniali e l’equilibrio di potere in Europa e segnando l’inizio della supremazia britannica a livello mondiale.»

Come si può notare, c’è una forte tendenza alla schematicità e manca completamente la bibliografia. Abbiamo chiesto di aggiungerla e ci ha elencato una serie di testi utili sull’argomento, senza però poter inserire nel testo i riferimenti bibliografici e le indicazioni di pagina come qualsiasi docente universitario richiede in una tesi.

Ecco dunque come emergano problematiche evidenti per la creazione di una tesi di laurea mediante l’utilizzo di ChatGPT.

Software di rilevazione di Intelligenza Artificiale

A tutto questo, per scrivere tesi di laurea con ChatGPT si aggiunge un ulteriore problema. Anche nel caso in cui, mediante tentativi parziali, provando a chiedere specifici aspetti del tema su cui si voglia scrivere una tesi, si riesca a ottenere un testo che abbia una sua parziale “dignità letteraria”, la questione è che esistono software, utilizzati dalle università, che consentono di rilevare l’utilizzo di intelligenza artificiale esattamente come sono in grado d rilevare il plagio. Compilatio è uno di questi e viene usato in varie facoltà, così come altri software con caratteristiche simili.

Considerazioni sullo scrivere tesi di laurea con ChatGPT

Torniamo dunque alla domanda di partenza sulla possibilità di scrivere tesi di laurea con ChatGPT.

No, non è possibile scrivere una tesi di laurea con ChatGPT. L’ausilio che l’intelligenza artificiale può fornire è quello di suggerire testi da leggere sull’argomento o, al limite, scrivere componimenti di massimo 800 parole circa alla volta che vanno bene per le scuole elementari o, al massimo, le medie, sempre nella speranza che i docenti non si prendano la briga di controllare con un software di rilevamento AI e si accorgano dell’utilizzo dell’intelligenza artificiale.

In conclusione, pertanto, pur con il miglioramento di queste tecnologie l’apporto umano resta insostituibile anche perché, in ogni caso, così come esistono tecnologie per scrivere vi sono pure tecnologie per rilevarne l’utilizzo, con il conseguente rischio di perdere la faccia dinnanzi al proprio professore e veder sfumare la possibilità di laurearsi con lui e in quello specifico ateneo.

Scopri FINALMENTE come scrivere la tua tesi di laurea senza intoppi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

TI PUò
INTERESSARE